Pubblicato il

E’ sufficiente l’eTA per andare in Canada?

Sono in molti a chiedersi come si viva in Canada e quali vantaggi possa offrire questo Stato agli europei desiderosi di cambiare la propria condizione.

Contrariamente a ciò che si potrebbe pensare, il Canada rappresenta un’ottima possibilità per quanti siano alla ricerca di un lavoro soddisfacente e di un tenore di vita elevato, anche per chi non pratica una professione di spicco o non è in possesso di titoli di studi elevati.

A dispetto di quanto accade negli Stati Uniti, ad esempio, dove la possibilità di accesso è ormai sempre più ridotta e si tende a preferire una classe di lavoratori specializzata, pronta ad inserirsi nelle aziende già affermate, in Canada è molto più semplice trovare lavoro come dipendenti e costruire, giorno dopo giorno, una nuova vita.

Prima di fare progetti in grande, però, è necessario conoscere gli obblighi previsti per legge per quanti intendano recarsi in Canada e procedere con la richiesta della documentazione necessaria.

Qualche consiglio utile prima della partenza

Non molti sanno che, ormai da diversi anni, quanti vogliano recarsi in Canada devono essere in possesso del certificato elettronico di viaggio. Noto anche con l’acronimo di eTA, il certificato elettronico di viaggio è un documento collegato al passaporto che permette di controllare il flusso di visitatori in entrata nei diversi Stati del Canada.

Si tratta, in generale, di una forma di controllo aggiuntiva, da richiedere tramite l’apposito modulo presente sul sito dell’ambasciata canadese.

Per poter ottenere il certificato, sarà necessario inserire nel suddetto modulo i propri dati identificativi, il numero del passaporto al quale sarà collegato e pagare una piccola tassa.

Entro pochi giorni, il richiedente riceverà la conferma di avvenuto rilascio dell’eTA direttamente sul suo indirizzo mail e non dovrà stampare nulla: il certificato viene infatti collegato direttamente al passaporto, ha validità di due anni ed è immediatamente operativo.

Sul sito https://eta-canada.it/ si potranno avere tutte le informazioni necessarie per ottenere l’eTA con facilità.

L’eTA non equivale al Visto

Se è vero che il Canada è diventato una meta ambita da parte di giovani e meno giovani alla ricerca di un nuovo luogo in cui vivere le loro avventure personali o professionali, è anche vero che non sono pochi coloro che cercano di approfittare dell’inesperienza dei futuri cittadini canadesi e cercano di diffondere informazioni inesatte.

Non molto tempo fa, si era diffusa in rete una notizia che riguardava proprio l‘ottenimento del certificato elettronico di viaggio: fantomatiche agenzie per l’integrazione offrivano documenti a prezzi rincarati ma che, stando a quanto promesso, avrebbero garantito l’accesso in Canada.

In realtà, non è affatto così: il certificato elettronico di viaggio permette di partire verso la destinazione scelta e di atterrare nell’aeroporto di destinazione ma l’effettivo ingresso nei confini canadesi può essere accettato solo da parte delle autorità doganali, presenti dopo il ritiro bagagli e incaricate di controllare il traffico di passeggeri in arrivo da tutte le destinazioni.

Prestate quindi attenzione ai siti che non chiariscono questo aspetto e affidatevi solo ed esclusivamente ad agenzie serie, come quella citata precedentemente, e che chiariscono cos’è e cosa consente di ottenere realmente l’eTA, per rendere il vostro viaggio alla scoperta del Canada un’avventura indimenticabile.