Pubblicato il

Le 3 migliori mete “alternative” per studiare lo spagnolo

Passare del tempo all’estero, in un Paese dove si parla la lingua che ti interessa, è il modo migliore per impararla in modo efficace e veloce. Vivere, studiare o lavorare sul posto consente di immergersi a 360° in un contesto di apprendimento quotidiano: giorno dopo giorno il vocabolario sarà sempre più ricco, soprattutto se si trascorre il tempo libero in compagnia di persone con interessi simili e con cui è facile trovare argomenti di conversazione.

Dopo il cinese, la seconda lingua più parlata al mondo è lo spagnolo. Secondo una recente ricerca dell’Instituto Cervantes è parlato come prima lingua da 414 milioni di persone, in Spagna e nelle Americhe.

La Spagna è il posto ideale per studiare lo spagnolo, una lingua simile all’italiano ma che in realtà richiede tanta abnegazione e tanto studio per essere padroneggiata con dimestichezza.

Se stai cercando una città come destinazione per studiare spagnolo, avrai già notato di avere l’imbarazzo della scelta. Abbiamo selezionato 3 destinazioni – alternative alla “solita” Barcellona e alla capitale Madrid – ottime per soggiorni studio all’estero, sia per l’autorevolezza delle scuole e della loro offerta formativa, sia per la bellezza del posto e la qualità della vita: Siviglia, Cadice e Palma di Maiorca. Ognuna con le sue caratteristiche e peculiarità.

 

Siviglia

Pensi a Siviglia e ti vengono in mente flamenco, tapas, feste: tutto ciò che incarna l’essenza dell’Andalusia e della Spagna. Gli antichi quartieri, le strette e caratteristiche viuzze, i parchi e l’allegria della gente, per cui Siviglia è famosa, in aggiunta ad un patrimonio culturale e architettonico di valore inestimabile, fanno della capitale andalusa la meta perfetta dove trascorrere un periodo di studio per imparare lo spagnolo. Nei mesi estivi i giovani si radunano intorno al fiume Guadalquivir, che taglia a metà la città, mentre nel periodo freddo la gente si riunisce nei locali e nelle taverne tipiche. Insomma, Siviglia è una città sempre viva, dove è facile fare amicizia e divertirsi, senza trascurare lo studio.

 

Cadice

Considerata dagli spagnoli la “Perla dell’Andalusia”, Cadice è una città graziosa che ancora non è stata scoperta e invasa dal turismo di massa. Arroccata sul promontorio, si snoda in un dedalo di colorate viuzze che hanno conservato un’atmosfera intima e ricca di storia. Dopo le lezioni di spagnolo è possibile passeggiare sulla spiaggia o immergersi nel centro storico, per visitare la stupenda cattedrale o salire sulla Tavira, la torre del XVII secolo che svetta sull’intera città. Dopo lo studio, quale modo migliore per rilassarsi, staccare la spina e socializzare se non assaggiare la variegata vita notturna locale? Senza dimenticare il Carnevale: ogni anno, a cavallo tra febbraio e marzo, undici giorni di festa popolare senza sosta.

 

Palma de Mallorca

Palma de Mallorca è una cittá bellissima e un’ottima soluzione per studiare lo spagnolo. L’isola è ricca di storia e cultura, ci sono molte cose da vedere, da fare e da scoprire: dal grande centro storico, che si espande in una ragnatela di vicoli e piccole piazzette, al mare di una bellezza impareggiabile, dove passeggiare la sera sorseggiando un mojito, mentre il sole tramonta. L’isola merita di essere visitata in ogni sua parte, per questo è importante scegliere un soggiorno di studio che preveda anche qualche attività extrascolastica, dalle escursioni nelle montagne interne alla scoperta delle calette ancora incontaminate, passando per i caratteristici villaggi di pescatori lungo la costa.

foto da a1.r9cdn.net